Sentiero: Da Fontanella al Canto di Pontida

descrizione del percorso: 

Il monte Canto (710 m) è il più alto dei rilievi collinari che si elevano a Ovest della Valle San Martino. Appena sotto la cima del monte c’è l’an-
tico villaggio del Canto di Pontida, un nucleo di cascinali abitato fino agli anni 1950, ora quasi completamente abbandonato. Attualmente il borgo è recintato essendo le case pericolanti e soggette a crolli.
Il nostro itinerario inizia dalla abbazia di Fontanella (450 m) e si ferma alla chiesetta di Santa Barbara, a non molta distanza dai ruderi del Canto. Si sviluppa lungo l’antica mulattiera che collegava l’abbazia con il Canto e quindi, a Pontida, l’altra storica abbazia. Il complesso monastico di Sant’Egidio, poi Priorato di Sant’Egidio, fondato sul finire dell’XI secolo da Alberto da Prezzate, ha subito nel corso dei secoli numerosi danneggiamenti per l’incuria e per le azioni militari succedutesi durante il periodo medioevale. L’ultimo importante restauro risale al 1959-62. Alberto da Prezzate, di nazione longobarda, importante personaggio dell’aristocrazia militare del territorio bergamasco, fondò in onore di Sant’Egidio il monastero “per la salvezza della sua anima e delle anime di Teiperga, Isengarda e Giovanni” probabilmente suoi fratelli. In una cappelletta all’esterno della chiesa, sulla destra, rimane il monumento funebre, un sarcofago coperto da una lastra riportante in rilievo, a grandezza naturale, la presunta effigie di Teiperga. L’abbazia, con la poderosa torre campanaria, inserita come è in un bellissimo ambiente naturale, è un mirabile esempio architettonico di stile romanico.
Parcheggiato nelle vicinanze, ci si avvia sulla mulattiera che conserva ancora lunghi tratti dell’antico selciato (segnavia C.A.I. 891); all’inizio il percorso risale i declivi coltivati a vigneto, poi, quasi pianeggiante, entra nel fitto dei boschi di castagni, querce, noccioli. Ad un bivio, in località Porcile (543 m; 30’ dalla partenza), seguendo le indicazioni, si prende la destra e, dopo circa 15 minuti, ancora a destra; si giunge quindi alla chiesetta di Santa Barbara (667 m). Si tratta di una bella chiesa, posta in posizione panoramica; la vista spazia sulla pianura dal fiume Adda al fiume Serio e nelle giornate limpide, oltre la pianura, si profilano le alture dell’Appennino Piacentino. Il colore bianco delle pareti, il campanile in pietra locale, il vialetto di cipressi ben allineati al fianco della chiesa, formano un insieme suggestivo. E’ un bel luogo dove sostare. Si ritorna seguendo il percorso dell’andata.

accesso stradale: 
Da Bergamo: Ponte S. Pietro, Presezzo, Valtrighe, Piana, Fontanella. Km 19
tempo di percorrenza: 
1h 30’ (a/r).
località di inizio escursione: 
Fontanella
dislivello: 
217 m
difficolta: 
Percorso idoneo per disabili senza particolari problemi di deambulazione. Sentieri anche più ripidi, a volte sconnessi e tempi di percorrenza più lunghi.
periodo_consigliato: 
Tutto l’anno
acqua sul percorso: 
No
punto di ristoro: 
Fontanella; ristorante “Il Vitigno”
informazioni: 
tel. 035-791178