Sentiero: Da Vettarola a Sussia Alta

descrizione del percorso: 

L’escursione prende l’avvio da Vettarola che, come Ca’ Boffelli, è una piccola frazione di S. Pellegrino Terme, posta sulle pendici meridionali del monte Molinasco. Dove nel punto in cui la strada asfaltata termina inizia una sterrata che, passando attraverso un caratteristico sottopassaggio, aperto al centro di un caseggiato rustico, si immette in un cortile tra le case. Alle abitazioni in condizioni di evidente abbandono e rovina si contrappongono altre vecchie case ben ristrutturate, con il piccolo giardino, l’orto recintato, la fontana. Qualcuno qui vive ancora, forse anche stabilmente.Dopo aver parcheggiato all’esterno del caseggiato, ci si incammina sulla sterrata che, superate le case, prosegue per circa 200 metri fin oltre un valloncello dove la sterrata si divide; avendo come punto di riferimento alcune baite ubicate in alto, sulla destra, si risale il sentiero che attraversa il dosso erboso fino adaffacciarsi su una profonda forra. Qui il panorama si apre su un territorio solcato da profondi valloni ricoperti da boschi che, qua e là, lasciano spazio a radure prative e isolati cascinali. Verso Sud sono visibili le case di Sussia Alta con la chiesetta dedicata a S. Michele e, più a valle, l’abitato di Sussia Bassa. Non scendere verso il basso ma procedere a destra sul sentiero che entra nel bosco; dopo aver attraversato facilmente un canalino, occorre continuare in direzione Sud seguendo il sentiero pianeggiante, immerso nel bosco, che costeggia la dorsale del Castello Regina. Senza difficoltà, si arriva ai prati che circondano le cascine di Sussia Alta (1013 m). Sussia è conosciuta per aver dato i natali ad Antonio Baroni, guida alpina e pioniere dell’alpinismo bergamasco; lo ricorda una lapide murata sulla casa dove ha vissuto. Si ritorna seguendo il medesimo percorso fatto all’andata.

accesso stradale: 
Da Bergamo: per Alino vedi itinerario 19. Da Alino una strada privata raggiunge la località di Ca’ Boffelli e Vettarola.
tempo di percorrenza: 
1 h 50’ (a/r).
località di inizio escursione: 
Vettarola (979 m).
dislivello: 
50 m circa
difficolta: 
Percorso idoneo per disabili con problemi di deambulazione. Mulattiere o sentieri comodi, dislivelli poco elevati e tempi di percorrenza contenuti.
periodo_consigliato: 
Tutto l’anno in assenza di neve.
acqua sul percorso: 
Si
punto di ristoro: 
No
informazioni: 
Per l’accesso alla strada privata contattare, preventivamente, il Gruppo Alpini San Giovanni Bianco;Telefono 0345-43061.