Tracce di Lepre variabile (Lepre bianca, Lepus timidus) sul 201A.

Ritratto di Max Lussana
Data scatto: 
Domenica, 30 Dicembre 2012
Note: 
Il senso di marcia dell'animale era verso di noi: si notino quindi le due grosse orme delle zampe posteriori che sopravanzano le due tracce più piccole lasciate dalle due zampe anteriori. La traccia ha l'inequivocabile aspetto di una Y. La lepre che le ha lasciate era sicuramente una Lepre variabile (la Lepre comune vive a quote più basse) ormai rivestita di una candida pelliccia (vista la stagione fredda e l'ambiente innevato) da cui il nome alternativo di Lepre bianca.