Sentiero 101_7: San Simone (Baita Camoscio) - Passo di Tartano

Italiano
Zona orobie: 
Difficoltà escursionistica: 
Tempo andata: 
01:20
Tempo ritorno: 
00:50

Dalla baita Camoscio (1781 m) si risale la strada sterrata fino a riprendere il sentiero 101. Si prosegue con pendenza costante nella conca sotto il passo di Lemma (raggiungibile con il sentiero 116) fino alla baita Fontanini. Il sentiero taglia a mezzacosta il versante sud della Cima di Lemma senza grossi dislivelli, attraversando zone a bosco e a pascolo. Importanti vestigia dell'antica attività pastorale sono i recinti in pietra per custodire il bestiame, denominati bàrech e ravvisabili una volta entrati nel vallone che immette al passo di Tartano (2102 m), ormai raggiungibile con poche svolte. Lungo tutto il passo si possono osservare i resti della Linea Cadorna, opera difensiva risalente alla Prima Guerra Mondiale, creata come argine a un'ipotetica avanzata austriaca attraverso la neutrale Svizzera e mai utilizzata a scopi militari. Il panorama regala una dettagliata vista delle Alpi Retiche, dal M. Disgrazia alla Val Masino sino alle cime della Val Chiavenna e Spluga. Vicini e ben visibili i laghetti del Porcile, posti sul versante valtellinese.

Nota bene

Sul geoportale il lungo sentiero 101 è stato diviso in 101_1, 101_2, 101_3, 101_4, 101_5, 101_6 e 101_7, per meglio descrivere le diverse tappe.
La segnaletica presente sul terreno fino al passo Tartano riporterà unicamente il numero 101.

Bibliografia
Profilo altimetrico
Fotografie
Visualizza la mappa