Sentiero 223: Col di Zambla - La Santella - B.ta di mezzo e alta di Grem - biv. Mistri - Cima di Grem (e C. Foppazzi)

Italiano
Zona orobie: 
Difficoltà escursionistica: 
Tempo andata: 
02:40
Tempo ritorno: 
02:00

Giunti al Passo di Zambla si lascia l’auto nel piccolo parcheggio a lato della strada. Si segue ora la stradetta in direzione Nord (vedi cartelli), ad un primo bivio si tiene la destra per giungere velocemente ad una santella dedicata alla Madonna di Caravaggio (1251 m, 5'). Si prosegue a destra, vedi segnavia su di un palo dell’alta tensione (223/238), prima in falsopiano poi in discesa fino a che la stradetta biforca: siamo alla loc. Cascine Sinelli (1238 m), visibili alla nostra sinistra poco in alto. Si prosegue guidati dai segnavia, dritti in discesa (a sinistra la stradetta sale per raggiungere altre cascine poco sopra per poi finire) per circa 20 metri fino al termine dello sterrato da cui dipartono due sentieri. Ora s’imbocca il sentiero di sinistra (quello a destra ci condurrebbe al rif. Alpe Grem, così come indicato dalla segnaletica verticale in loco): subito si giunge ad un secondo bivio ove si prosegue dritti e, successivamente, ad un terzo bivio dove il nostro sentiero 223 si separa dal sentiero 238 che sale a sinistra per la Baita Camplano. Si prosegue a destra come indicato dal cartello posto in loco e guidati dai segnavia, con comodi tornanti in un bel bosco di faggi, si sbuca nei pascoli della Baita di Mezzo di Grem (1457 m) che in breve raggiungiamo. In leggera salita si prosegue lungo la stradetta di servizio alla baita, fino a giungere velocemente al bivio col sentiero 239 che sale dalla loc. Plazza d’Oneta. Si segue ora il sentiero che sale a sinistra per pascoli (vedi cartelli posti in loco) oltrepassata una pozza per l’abbeverata del bestiame, si giunge, con un po’ di fatica, alla Baita Alta di Grem (1631 m). Dalla baita si seguono a destra i segnavia che in circa mezz’ora ci conducono al piccolo ma grazioso Bivacco Mistri (1780 m, locale di emergenza sempre aperto, da non perdere la festa del bivacco ogni ultima domenica di luglio). Con direzione nord (vedi cartelli in loco) si segue il sentiero 223 ora in comune col sentiero 263, per giungere in circa 30' alla Bocchetta di Grem (1976 m), sita tra il Grem e la Cima Foppazzi. Ora si sale a sinistra verso l’ormai vicina e visibile croce del Grem (2049 m), alla quale si giunge in circa 15' (3 ore dalla partenza): tale croce, trasportata a spalla a pezzi, è stata collocata in vetta nel lontano 1962 in memoria di Don Severino Tiraboschi di Gorno. Ritornati alla bocchetta è possibile salire a destra i facili pendii erbosi della Cima Foppazzi (2097 m), toccandone la vetta con omino di pietra in circa 20'. In entrambi i casi il panorama che si gode è stupendo.

 

Bibliografia
Note: 
Bivacco Mistri (1780 m, locale di emergenza sempre aperto, da non perdere la festa del bivacco ogni ultima domenica di luglio)
Profilo altimetrico
Fotografie

Sul 223.

Inviato da Max Lussana

Sul 223.

Inviato da Max Lussana
Visualizza la mappa