Sentiero 267: Lago Nero - Val Sanguigno - Valgoglio (centrale ENEL)

Italiano
Zona orobie: 
Difficoltà escursionistica: 
Tempo andata: 
03:00
Tempo ritorno: 
04:30

Dalla diga del lago Nero (2013 m) sovrastante l'omonimo rifugio, sulla sinistra del sentiero 268 si stacca (sud) il sentiero 267, che prosegue per un primo tratto in piano fino alla val d'Aviasco. Da qui sale per un breve tratto, poi scende ai pascoli della Baita Corna (1943 m) e, con alcuni saliscendi, attraversa il versante est del Pizzo Salina per raggiungere i prati della Costa di Corna Rossa (1780 m), ove si trova - dal 2011 - la bianca statua di una Madonna con Bambino, svettante sul paese di Valgoglio. Curvando a dx si entra ora nella Val Sanguigno, perdendo quota con un percorso a mezzacosta e, passando dalla Baita Salina di Mezzo (1595 m), si raggiunge il fondovalle a quota 1400 m circa, ove si incrociano il sentiero 265 che conduce in Valcanale nonché il sentiero 232. Con percorso comune a quest'ultimo si scende per la val Sanguigno fino alla centrale di Aviasco (ENEL), a quota 970 m.





Bibliografia
Profilo altimetrico
Fotografie
Visualizza la mappa